Venerdí 7 aprile abbiamo partecipato alla conferenza “Ïl valore dell’Intelligenza Artificiale nella vita del cittadino. Un progetto Smarter City per Milano, dall’ispirazione alla realizzazione”, organizzata da IBM ITALIA, durante la quale é stato presentato il progetto Milano 4 you.

La conferenza si é tenuta nell’area di Materials Village – Via Tortona durante il Fuorisalone. Come mai IBM ha sfruttato l’evento del Fuorisalone per presentare il nuovo progetto? Da sempre, la Milano Design Week celebra il design, la creativitá, l’innovazione e la ricerca per soddisfare al meglio il cliente, valori in cui anche IBM crede fermamente e che sono fondamentali per Milano 4 you. Obiettivo dell’incontro é stato quello di presentare il primo smart district integrale in Italia, che sorgerá a Segrate e che rappresenterá un nuovo modello immobiliare e abitativo.

Prima di entrare nel vivo della presentazione del progetto, Michele Vianello ci ha invitato a riflettere su un aspetto importante e attuale che caratterizza le nostre cittá e il modo in cui oggi le viviamo: i datiViviamo in una città di prosumer (Prosumer+Consumer): molto spesso il cittadino non è solo consumatore passivo di dati, ma anche un vero e proprio produttore, talvolta anche inconsapevole. Il cittadino produce dati, li rielabora e li valorizza. Sempre con riferimento ai dati, Vianello ha sottolineato l’importanza del significato della parola “smart”: é necessario non calcare troppo la mano su questo concetto e, ancora di piú, non finire per associarlo ad una moda passeggera. Nel contesto di Milano 4 you, per smart city si intende una cittá che sa utilizzare efficientemente e correttamente i dati e non solo una cittá ricca delle ultime innovazioni tecnologiche. 

Ora vediamo il progetto piú da vicino.

Milano 4 you, progetto voluto e guidato da R.E.D. Srl e in collaborazione con il Politecnico di MilanoIBM e Samsung, pone al centro la persona, le sue esigenze qualitative del vivere oltre a quelle dell’abitare ed intende realizzare la cittá a costo zero. Il concept architettonico, a cura dello Studio Sagnelli e Associati, sarà costituito da un mix funzionale articolato che prevede, oltre alla residenza, libera e social housing, unità commerciali, edifici per il coworking, una residenza per anziani, un polo sportivo e uno culturale.

Angelo Turi – Amministratore dell’Immobiliare R.E.D. – ci racconta, infatti, che il progetto è stato pensato prima di tutto per trasformare il paradigma dell’operazione immobiliare. L’approccio utilizzato per definire le linee guida del progetto e gli interventi è stato un approccio multidisciplinare: urban design, nuovi materiali e tecniche costruttive, concept energetico innovativo per ridurre totalmente i costi dei cittadini, fino ad azzerarli, infrastruttura digitale e benessere sociale. Pensare ai concept energetico e tecnologico é una prioritá, perchè è impensabile improntare un progetto di smart city senza prima averli definiti. Non è possibile pensarci a posteriori. 

Ma quali sono, nel dettaglio, le novitá pensate per Milano?

Reti intelligenti di energia elettrica e ottimizzazione degli elettrodomesticiutilizzare le innovazioni per una vita più sicura, non solo all’interno delle mura domestiche, maggiore inclusione e partecipazione della comunità, utilizzo dei social per sharing d servizi, creazione di una piattaforma che dia servizi in grado di migliorare la qualità della vita e, allo stesso tempo, ne diminuisca il costo. 

Maria Cristina Farioli di IBM, sostiene che una Smart City è una realtà che cresce e si adatta alle esigenze dei cittadini, è inclusiva, è accessibile. Il suo tessuto connettivo è il digitale. Nel caso di Segrate, il concept tecnologico sará caratterizzato dalla piattaforma Watson Iot, che sará in grado di raccogliere i dati della cittá, leggerli, interpretarli e riutilizzarli. Quando il mondo fisico incontra il digitale, si acquisiscono nuove informazioni e si può generare valore creando nuovi servizi, ma soprattutto si acquisiscono e aggiungono nuove capacità cognitive per leggere un dato e per interagire con il contesto in cui questi dati si trovano. Grazie a queste capacitá é possibile immaginare e realizzare una realtà che cresce e si adatta alle esigenze dei cittadini.

Vediamo allora quali saranno le caratteristiche principali di questa nuova realtá. I costi saranno gestiti secondo misure di manutenzione predittiva, ovvero misure ed analisi per determinare col massimo grado di affidabilità possibile le reali condizioni di funzionamento; la diagnostica dei consumi, la scelta della migliore forma di energia e dei materiali migliori saranno funzionali a creare delle reti elettriche intelligenti, o smart grid, che non solo ridurranno i costi, ma che saranno anche abitate da prosumers di energia, ottimizzandone la distribuzione. Sará importante definire una realtá che dia rilevanza alla mobilitá – tempo, traffico e mezzi di sharing – alla sicurezza in tema di cybersecurity e guardian angel wearable, all’accessibilitá con servizi per i portatori di disabilitá motorie, all’inclusione – assistenza remota, chatbots, robot m.e.r.a. – e alla collaborazione in tema di sharing services e bitcoins.

 

In copertina: Segrate village © Oscar

 

 


Source: Urbano Creativo News